Monastero dell'Immacolata - Castellana Grotte (BA)


Vai ai contenuti

Dal6 aprile 2009 al 3 maggio 2010

Siamo cinque sorelle del Monastero di San Basilio dell'Aquila, precisamente Suor Maria Germana, Suor Maria Benedetta, Suor Maria Teresa, Suor Maria Chiara e Suor Maria Giovanna, ospiti delle sorelle del Monastero dell'Immacolata in Castellana Grotte.
E' da un anno che viviamo con loro dopo l'esperienza terribile del terremoto del 6 Aprile, che ha reso inagibile il nostro Monastero.
Quest'anno è trascorso sereno condividendo, con le nostre sorelle, la vita quotidiana nella preghiera e nel lavoro; abbiamo cercato di andare avanti nonostante i nostri anni.
Ringraziamo le nostre sorelle che non ci hanno fatto sentire la mancanza di una vita comunitaria vissuta nella gioia e nella donazione reciproca.
Il nostro ringraziamento va anche a tutta la cittadinanza di Castellana e dei paesi limitrofi, al
Vescovo della diocesi Monsignor Domenico Padovano,al Padre Abate della Scala Padre Donato Ogliari per aver messo a disposizione il pulmino con Padre Michele che ci riaccompagna all'Aquila, al sindaco di Castellana Professore Franco Tricase, al signor Presidente della cassa rurale Avv/to Augusto Dell'Erba e a tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione dell'Ascensore che ci ha aiutato molto a muoverci, per partecipare maggiormente alla preghiera e a tutti gli atti della vita comunitaria.
Allora ci poniamo la domanda: perché tornare al nostro monastero?
Anche se siamo un po' timorose, è l'obbedienza alla nostra Madre Badessa Suor Maria Margherita, che ci richiama per riprendere la nostra vita monastica nel nostro caro Monastero.
Siamo convinte di andare incontro a disagi perché il nostro Monastero è ancora inagibile, ma dobbiamo ringraziare la Caritas Italiana e la Protezione Civile del Trentino che ci hanno offerto una casetta prefabbricata di 120 mq con 8 camerette e due bagni, è sempre un gran dono per noi, ed è giusto che la comunità del monastero di San Basilio ritorni a vivere nel proprio territorio, condividendo con la città dell'Aquila il grande peso di una ricostruzione che si presenta lunga e dolorosa.
Vogliamo essere vicine alla nostra Madre Badessa Suor Maria Margherita che, insieme a Suor Maria Agnese, Suor Maria Angela e suor Maria Celeste, hanno affrontato in quest'anno, con fortezza e dignità, disagi, freddo e ristrettezze.
Lavoreremo insieme perché la comunità di san Basilio torni ad essere, per la nostra città dell'Aquila, una forte presenza orante nel carisma dei nostri santi Fondatori Benedetto e Pietro Celestino, nostro principale Protettore.
Ancora grazie da tutte noi, porteremo nei nostri cuori il sorriso e la gioia di tanti volti che ancora credono ai veri valori della vita e della fede, espressa in gesti concreti di amore e di donazione ai fratelli.


Le sorelle dell'Aquila.



Torna ai contenuti | Torna al menu