Monastero dell'Immacolata - Castellana Grotte (BA)


Vai ai contenuti

professione semplice di Denise Sancio

La famiglia Monastica delle Benedettine Celestine dell’Immacolata, il 14 settembre scorso ha vissuto un giorno di festa per la professione semplice della sua Novizia Denise. C’è stata una grandissima partecipazione a questo evento, già dalla sera precedente con una veglia di preghiera animata dai giovani delle parrocchie del paese con Don Stefano Mazzarisi, animatore della pastorale giovanile. L’incontro è stato molto bello, insieme abbiamo vissuto un’ora di preghiera tra canti, meditazioni, e lunghi silenzi davanti a Gesù Eucaristico in un’atmosfera molto toccante, i giovani sono capaci di grandi cose! Hanno coinvolto Denise e anche le monache in un dialogo come risposta alla chiamata Monastica.

Il giorno dopo la piccola chiesa è risultata insufficiente è si è allestita un’altra “piccola chiesetta” nel lungo corridoio della clausura che immette nella cappella, dove è stato messo un maxischermo in modo che tutti potessero seguire la celebrazione. La Messa è stata concelebrata in forma solenne dal Vescovo e da molti sacerdoti vicini alla nostra famiglia monastica, mentre il nostro amatissimo Padre Gregorio Santolla, con la sua dolce musica, insieme ai nostri confratelli dell’Abbazia della Madonna della Scala, hanno animata la celebrazione con i loro bellissimi canti. Il Vescovo, nell’omelia, ha spiegato qual è la missione della monaca nella Chiesa: la monaca non fugge il mondo, ma si fa carico delle sofferenze di tutto il mondo con la sua preghiera, il lavoro quotidiano, e la lectio divina che fa da sfondo a tutta la sua giornata. La sua è una missione non per se stessa, ma per il popolo, come lo è la missione di ogni profeta.

Il rito é stato molto semplice ma anche molto toccante, la giovane Denise ha cantato, con voce decisa e ferma, il suo “
Suscipe”, piccolo versetto di un salmo che recita: “Prendimi, Signore, secondo la tua Parola, non deludermi nella mia speranza”. Ha letto la Scheda scritta di sua mano facendo voto di povertà, castità, obbedienza e stabilità nel nostro monastero e poi Il vescovo le ha tagliato una ciocca di capelli come gesto simbolico che indica la rinuncia alle vanità del mondo, dopo dichè le ha consegnato l’abito monastico. Indossato l’abito, e rientrando in chiesa, il Vescovo le ha posto una corona di fiori sul capo come segno sponsale, mentre il coro dei monaci cantava “Veni Sponsa Cristi.

Ha seguito l’abbraccio con la Madre Priora, con Don Angelo Sabatelli, in qualità di Padre spirituale della novizia, le monache tutte e la famiglia della giovane, cosi Suor Maria Denise è entrata a far parte per sempre della nostra famiglia monastica. L’assemblea è esplosa in un lungo e caloroso applauso e la gioia ha riempito i nostri cuori! Erano presenti le consorelle di San Basilio venute dalla lontana Aquila , monastero da dove noi proveniamo, le consorelle di Barletta con la nostra Madre Priora Suor Maria Antonietta Lattarulo che sta portando avanti il mandato ricevuto dal Vaticano come responsabile di quella comunità, e poi tutta la gente che è vicina al nostro Monastero, nonché gli amici, i parenti, coloro che già conoscevano la giovane prima della sua entrata qui da noi, e la sua parrocchia d’origine con il parroco don Salvatore Montarulo.

Anche da queste pagine voglio ringraziare per la massiccia partecipazione del paese, piccole luci si stanno accendendo all’orizzonte: una giovane ragazza ha iniziato il cammino monastico, due giovani professe di Manila sono da noi per continuare la formazione, queste speranze aprono il nostro cuore ad un futuro ricco di gioia e di riconoscenza verso il Signore Gesù datore di ogni bene e di ogni chiamata. Possa sempre essere il nostro Monastero un faro per tutto il paese e tutta la nostra diocesi, anche perché è l’unico Monastero di vita contemplativa, con la nostra testimonianza di vita fraterna e con il nostro servizio fatto di amore e di accoglienza gli uni degli altri. Alla fine della celebrazione la giovane Suor Maria Denise ha ringraziato il Signore per la felicità che Lui solo sa donare, e che contagia i cuori, con quello slancio di gioia e serenità di chi è grato per aver ricevuto una chiamata di amore, per amore.

Alla fine tutti i presenti hanno fatto festa con Suor Maria Denise con un piccolo bouffet, tutto si è concluso con serenità e gioia, augurando A Suor Maria Denise fedeltà nel cammino intrapreso già da tre anni.
Auguri, Denise, e coraggio anche da queste pagine dalla tua madre Priora e da tutta la tua comunità che ripone in te tutte le sue speranze!

La Madre Priora Suor Maria Gertrude Civisca.


Torna ai contenuti | Torna al menu